Scambi europei: in Russia (quasi) gratis per la libertà di stampa

Fino al 18 febbraio è possibile candidarsi per partecipare a “Freedom of Press: Europe and beyond”, il training course finanziato dall’Unione Europea dedicato alla libertà di stampa.

Mentre il Regno Unito rende ufficiale la Brexit, l’UE continua a dare ai giovani ottimi motivi per voler far parte della comunità europea. Tra questi ci sono le tante opportunità di formazione (quasi) completamente gratuita nei vari Stati dell’Unione e non solo. Noi oggi vogliamo parlarvi di un’occasione che – se potessimo – saremmo i primi a cogliere.

Si tratta di uno scambio culturale che avrà luogo ad aprile in Russia e che vedrà i partecipanti confrontarsi sul delicato tema della libertà di stampa. Un progetto ambizioso e interessante, tanto per il momento storico in cui viene avviato quanto per il Paese ospitante in cui verrà sviluppato: la Russia di Putin, infatti, ad oggi non vanta certo la fama di porto sicuro per i giornalisti. E allora da chi ripartire, se non dai giovani?


ASSOCIAZIONE PROMOTRICE:
Scambieuropei
PROGETTO: Freedom of Press: Europe and beyond
TIPO DI PROGETTO: Training course
DOVE: Mosca e Perm (Russia)
QUANDO: dal 15 al 24 aprile
INFORMAZIONI: Si cercano quattro giovani tra i 18 e i 29 anni e un group leader over 18 interessati a prendere parte a uno scambio interculturale finalizzato a rafforzare la collaborazione tra giovani giornalisti russi ed europei e incentivare il confronto sul tema della libertà di stampa e dei diritti umani. I partecipanti saranno chiamati a svolgere attività pratiche conducendo interviste ed esercitazioni plenarie su etica del giornalismo, fake news, manipolazione mediatica e tanto altro.
COSTO: La quota di partecipazione è di 70 euro (40 per tesserarsi a Scambieuropei e 30 per la quota progetto). I biglietti di viaggio acquistati dai partecipanti verranno rimborsati al 100% fino a un massimale ancora da definirsi. (qui c’è un punto in più) Vitto e alloggio sono gratuiti.
ALTRE INFORMAZIONI: Per candidarsi sono necessarie una discreta conoscenza della lingua inglese e una pregressa esperienza nel settore giornalistico. I partecipanti devono munirsi di Visto (turistico o umanitario). Il costo, dall’Italia, è di circa 130 euro.
COME CANDIDARSI: Compilare l’apposito modulo qui.
SCADENZA: 18 febbraio.

Valentina Comiato

Un incastro di contraddizioni croniche, a partire dal fatto che potrei scrivere di qualunque cosa ma che vado in crisi se si tratta di parlare di me. 26 anni, copywriter. Laureata in lingue perché affascinata da tutto quello che non somiglia al posto in cui vivo. Sarà perché vivo in un paese piccolo, dove per i sogni a volte sembra non esserci spazio, allora ogni tanto vorrei infilarli in valigia e portarli con me all’estero. Viaggi brevi però, perché credo anche nelle radici, continua a leggere