Ad Angri è nato “Il Cineclub”: appuntamenti gratuiti con cinema e aggregazione

Fissato per domani alle 20:15 un nuovo appuntamento con “Il Cineclub”, il cineforum completamente gratuito nell’ex biblioteca comunale di Angri.

Che ne direste se una volta a settimana qualcuno vi pagasse il biglietto del cinema? Che ne direste se dopo la proiezione, sempre gratuitamente, la sala restasse aperta e a vostra disposizione per permettervi di confrontarvi con gli altri spettatori condividendo impressioni, emozioni, dubbi e perplessità che la pellicola vi ha lasciato? Ad Angri, dal 29 gennaio scorso, succede qualcosa di simile.

Nell’ambito del Progetto Terra, grazie al quale il comune doriano ha intercettato 100 mila euro di fondi regionali partecipando al bando “Ben-essere giovani – Organizziamoci”, è partito nei locali dell’ex biblioteca di via Incoronati un cineforum completamente gratuito; è quindi possibile guardare ogni settimana un film diverso senza pagare il biglietto, e restare in sala dopo la proiezione per discutere con i presenti di cosa quel film ci ha trasmesso. Si chiama “Il Cineclub” e porta a compimento la naturale predisposizione dell’arte cinematografica a farsi strumento pedagogico, critico e anche aggregativo. Così quella che un tempo era una semplice biblioteca comunale, oggi mira a diventare un polo di aggregazione per i giovani di tutto l’Agro nocerino-sarnese.

Maria D’Aniello e Vincenzo Giordano

Un obiettivo ambizioso insomma, che si concilia con una volontà più semplice: lasciare spazio alle nuove generazioni angresi perché abbiano un luogo dove coltivare idee e progetti. Ed è proprio la mente di un giovanissimo studente di Angri, Vincenzo Giordano, a nascondersi dietro “Il Cineclub”. Fondamentale per la realizzazione dell’iniziativa, però, anche il supporto dell’assessorato alle politiche giovanili retto da Maria D’Aniello, e la collaborazione dell’associazione “Il quadrifoglio”, che gestisce e coordina le tante attività che animano quotidianamente la struttura di via Incoronati. E l’esperimento conta ancora di più perché le proiezioni hanno luogo lì, a sole poche centinaia di metri dall’ex cinema Minerva, che fino alla chiusura degli anni ‘80 ha regalato ad Angri anni d’oro di storia e cultura.

Dopo il successo del 29 gennaio scorso, “Il Cineclub” è pronto a ritornare domani alle 20:15. E c’è un motivo in più per partecipare: gli organizzatori hanno deciso di non svelare il titolo della pellicola fino all’ultimo secondo prima della proiezione stessa. Insomma potreste pentirvene il giorno dopo, quando rischiate di scoprire che ad Angri è stato proiettato il film che più di tutti vi ha stravolto l’esistenza, quello di cui non avete mai abbastanza; oppure potreste venire a sapere che vi siete persi la possibilità di scoprire una storia che non conoscevate e sentirvi dire dai presenti che quella storia sembrava pensata proprio per voi. Ne vale la pena?

Valentina Comiato

Un incastro di contraddizioni croniche, a partire dal fatto che potrei scrivere di qualunque cosa ma che vado in crisi se si tratta di parlare di me. 26 anni, copywriter. Laureata in lingue perché affascinata da tutto quello che non somiglia al posto in cui vivo. Sarà perché vivo in un paese piccolo, dove per i sogni a volte sembra non esserci spazio, allora ogni tanto vorrei infilarli in valigia e portarli con me all’estero. Viaggi brevi però, perché credo anche nelle radici, continua a leggere