Nessuna pandemia ferma Il Maggio dei Libri: più di 8000 gli eventi in programma

L’emergenza Coronavirus non ferma Il Maggio dei Libri. Più di 8000 eventi (perlopiù online) e la possibilità di proporne uno proprio fino al 31 ottobre. Lo scopo è sensibilizzare all’importanza della lettura anche fuori dai contesti istituzionali.

Ti sei mai ritrovato in una pagina? 
Hai mai scoperto in mezzo a lettere scure stampate su carta bianca un pezzetto anche piccolissimo della tua storia?

È una specie di magia: può capitare mentre sfogli un libro, magari uno di quelli che ti hanno consigliato e che altrimenti non avresti mai letto; oppure tutto il contrario: può succedere con quei libri che ti attraggono come calamita col ferro fin da subito, quando i tuoi occhi, per caso, incontrano la loro copertina tra mille sugli scaffali di una libreria in centro. Un amore che nasce un po’ alla volta, riga dopo riga, o un colpo di fulmine violento che ti costringe a divorare tutte insieme le pagine di quella storia. È così che si compie l’incantesimo: succede che dal nulla, quel personaggio che neanche ti piaceva, all’improvviso ti somiglia.

Fortunato chi, in queste lunghe settimane di reclusione forzata, ha goduto della compagnia di un buon libro. Fortunato ancor di più, invece, chi in mezzo alle parole ha vissuto la magica avventura di ritrovare se stesso.
E allora perché non regalare quella sensazione anche a qualcun altro?

La pandemia da Covid-19 non ha fermato Il Maggio dei Libri, la campagna nazionale che ogni anno dal 2011, come si legge sul sito ufficiale, “invita a portare i libri e la lettura anche in contesti diversi da quelli tradizionali, per intercettare coloro che solitamente non leggono ma che possono essere incuriositi se stimolati nel modo giusto”. Tutti possono contribuire organizzando iniziative ad hoc che di solito si svolgono tra il 23 aprile – Giornata mondiale del Libro e del Diritto d’autore – e il 31 maggio. Quest’anno invece c’è tempo fino al 31 ottobre, nella speranza che nei prossimi mesi l’emergenza Coronavirus ci dia un po’ di tregua permettendo la ripresa degli eventi pubblici nelle scuole, nelle biblioteche, nelle librerie, ma anche e soprattutto nelle strade e nelle piazze. E perché no sugli autobus, nei cinema, al parco, sulle navi, in bicicletta… Dov’è che non può arrivare la lettura del resto?

Fino a quando non sarà possibile incontrarsi liberamente, Il Maggio dei Libri ha traslocato sul web.  Sono ad oggi più di 8000 le iniziative organizzate sul territorio nazionale, e ben 494 nascono in Campania, anche se la modalità online permette di partecipare praticamente a tutte le manifestazioni a prescindere dalla loro collocazione geografica.

Sulla piattaforma ufficiale è possibile accedere all’elenco di tutti i progetti oppure contribuire proponendone uno proprio. Chissà che non sia grazie alla tua idea che un giovane lettore, da qualche parte nel mondo, troverà finalmente il libro che aspettava: quello che tra le pagine, in mezzo alle righe, racconta in qualche modo un pezzettino della sua storia. Vuoi essere l’artefice di quella magia?

Valentina Comiato

Un incastro di contraddizioni croniche, a partire dal fatto che potrei scrivere di qualunque cosa ma che vado in crisi se si tratta di parlare di me. 26 anni, copywriter. Laureata in lingue perché affascinata da tutto quello che non somiglia al posto in cui vivo. Sarà perché vivo in un paese piccolo, dove per i sogni a volte sembra non esserci spazio, allora ogni tanto vorrei infilarli in valigia e portarli con me all’estero. Viaggi brevi però, perché credo anche nelle radici, continua a leggere